GNATOLOGIA piccola piccola

DIRETTORE SCIENTIFICO e responsabile Dott. Francesco FERRANDINA


PRESENTAZIONE

Cari colleghi con grande piacere vi invito a questo primo corso di Gnatologia piccola piccola. Piccola piccola perché piccoli sono i dettagli importanti, che spesso fanno la differenza, perché piccoli e pazienti i gesti per ottenere la necessaria precisione, perché “piccoli”, dalla mente aperta, bisogna essere per cogliere il senso pratico della gnatologia, troppo spesso vista come ambito per iniziati dal linguaggio criptico ma che, di fatto, permea ogni nostro trattamento quotidiano.

Il corso è indirizzato a odontoiatri che vogliano avvicinare la disciplina gnatologica. L’obiettivo del corso è fornire gli elementi essenziali, in modo sistematico, al dentista generico per poter individuare ed inquadrare il paziente con disfunzione Temporo-mandibolare manifesta e il paziente con sintomatologia frusta e più ancora, occulta.

Partendo da nozioni essenziali di embriologia, anatomia, fisiologia e fisiopatologia dell’ATM verranno proposti iter diagnostici con livelli di approfondimento crescenti e con progressiva introduzione di strumenti  diagnostici  tecnicamente più complessi. Per questa ragione il corso  è frazionato in 3 incontri durante i quali si alterneranno parti teoriche e parti pratiche in modo da verificare immediatamente gli elementi acquisiti e mantenere il giusto livello di motivazione.

PROGRAMMA

Il primo incontro sarà dedicato ad Embriologia, Anatomia, Fisiologia, Fisiopatologia, Esame Clinico dell’ATM. Anatomia muscolare, Palpazione muscolare, inquadramento del dolore e sua diagnosi differenziale.

Il secondo incontro sarà destinato alla valutazione dei modelli in gesso delle arcate del paziente, dei rapporti intermascellari, della RC versus RP. Verrà affrontata anche la cefalometria ed il suo possibile impiego in diagnostica e programmazione preliminare del pretrattamento del paziente. Il filo conduttore sarà idealmente rappresentato dalla “carta diagnostica” della scuola di Vienna con ausilio del Gamma Dental Software.

Il terzo incontro verterà sull’utilizzo di metodiche diagnostiche quali RMN, Axiografia, Brux Checker, CPM, montaggio in articolatore secondo asse anatomico ed individuale, programmazione dell’articolatore Referenz SL, rivalutazione diagnostica alla luce della completa acquisizione dei dati clinici e strumentali, secondo il concetto di diagnosi confluente.

In chiusura verrà fatto cenno all’utilizzo delle diverse tipologie di placche per la preterapia dei soggetti disfunzionali.

Ovviamente in accordo con i partecipanti e compatibilmente con i tempi del corso si potrà decidere di soffermarsi su argomenti ritenuti di maggior interesse comune. 


Per ulteriori informazioni compilare il form sottostante